Carbossiterapia

“ Primi risultati e sensazioni ”

disclaimer

Carbossiterapia primi risultati e sensazioni


Nel caso di carbossiterapia agli arti, i risultati si osservano velocemente, dopo poche sedute, e quasi subito si avverte un senso di leggerezza alle gambe. trattamento alle gambe trattamento contro le smagliature ago per trattamento con carbossiterapia Il trattamento e' di breve durata e in genere e' ben tollerato. Alcuni pazienti sopportano bene, altri meno. Per praticare la carbossiterapia viene utilizzato un tipo di ago il meno traumatico e il meno doloroso possibile, ovvero aghi extra fini 33G di spessore 0.24 mm X 4 mm, atti ad essere utilizzati con i gas terapeutici.
Durante la terapia e' possibile l'insorgenza provvisoria di bruciore o fastidio come sensazione di calore o dolore nella zona di iniezione; e' possibile attenuare la sensazione di fastidio con un leggero velo di pomata anestetica. Il medico regola la pressione del gas in relazione alla sensazione di dolore percepita dal paziente aumentando gradualmente i volumi erogati. Il tempo di somministrazione riveste importanza dal momento che i flussi più lenti sono meglio accettati dai pazienti con bassa soglia sensitiva. L'abilita' del medico consente di trovare subito il piano giusto, diffondere il gas in tutto l'arto con pochi inoculi, e che un solo inoculo riesca a diffondere il gas in tutto l'arto.
Spesso, a fine seduta, viene applicata una crema lenitiva con un massaggio sulla zona trattata. Dopo il trattamento il paziente potrebbe percepire un crepitio sottocutaneo per 5-6 minuti, e per qualche ora potrebbe avvertire un senso di peso agli arti inferiori. Dopo la seduta e' consigliato effettuare un linfodrenaggio e camminare a lungo per tenere attiva la circolazione.
Per quanto riguarda la carbossiterapia al viso, i risultati sono accertabili in tempo reale. L'immediato effetto e' riscontrabile visivamente nella luminosita' della pelle. Le proprieta' rigenerative della carbossiterapia sul viso sono di lunga durata e molto stabili, inoltre non alterano l'espressione naturale della struttura facciale. Laddove il medico lo ritenga necessario si puo' abbinare la carbossiterapia al trattamento con filler. L'anidride carbonica viene iniettata a differenti livelli appena sotto la pelle o nelle tasche di grasso.
Il trattamento non richiede un anestetico tranne un leggero velo di pomata anestetica. Quando si tratta il viso, l'ago non viene fissato ma tenuto infisso nel sottocutaneo fino a che l’anidride carbonica non satura l'area che si sta trattando, dopodiche' si estrae l'ago e si infigge in zone circostanti ancora da trattare. Il numero delle iniezioni e' variabile a secondo dell’area da trattare, comunque mai meno di 2; ogni iniezione richiede 30 secondi circa.
I disagi durante il processo d’iniezione sono minimi e scompaiono molto rapidamente; tra questi, e' frequente la sensazione di crepitio sottopelle e la sensazione di calore che dura circa 10/20 minuti. A fine trattamento possono emergere alcune ecchimosi delimitate solo alla zona della puntura.